Ciclo della pianta

I bulbi dello zafferano attraversano fasi attive, transitorie e dormienti.

QUIESCENZA: sospensione dell'attività dei processi vitali della pianta. Essa entra in letargo nel periodo estivo, alla fine di questa fase avviene la semina. Periodo: Giugno/Agosto.

ATTECCHIMENTO: inizia il risveglio della pianta con le prime piogge, forma le prime radici e getta i primi germogli. Periodo: da Settembre.

FIORITURA: la pianta fiorisce grazie alle risorse che ha immagazzinato la stagione precedente. Non appena è finita la fase di attecchimento aspetta solo che la temperatura si scenda intorno ai 12°/13° C, inizia la fioritura. Periodo: Ottobre/Novembre.

VEGETATIVA: la fase più importante per il raccolto dell'anno successivo e per la moltiplicazione dei bulbi. La pianta inizia a crescere, si moltiplica ed immagazzina le sostanze per la prossima fase di fioritura. Molto importante la qualità del terreno (molto fertile) per questa fase. Periodo: Dicembre/Maggio.

QUIESCENZA: dopo la fase vegetativa ricomincia il ciclo vitale del bulbo. Quì si può decidere di lasciare il bulbo in terra per un altro ciclo (se il terreno è fertile) oppure espiantare, dividere i bulbi per poi piantarli nuovamente alla fine di questo periodo. Periodo: Giugno/Agosto.